Alter Ego Luparense e TFL Arzignano, basta un pari per la finale

SERIE A

Napoli e LazioColleferro ultimo ostacolo verso la prima finale scudetto tutta veneta della storia del calcio a cinque italiano. Campani e capitolini proveranno stasera, martedì 27 maggio in gara-2 di semifinale, a violare rispettivamente i palazzetti di TFL Arzignano e Alter Ego Luparense uscite vincitrici dalle gare-1 disputate in trasferta. Solo con questo risultato le squadre di Rivera e D’Orto potrebbero prolungare la serie fino alla gara-3 di spareggio in programma giovedì 29 maggio sempre in terra veneta. Non sarà facile, ma Napoli e LazioColleferro cercheranno il colpaccio su campi difficili da espugnare. Tre successi consecutivi nei playoff scudetto e nove gare di imbattibilità casalinga (2 pareggi e 7 vittorie, di cui 5 di fila) rappresentano l’invidiabile biglietto da visita del TFL Arzignano di Polido, sconfitto quest’anno una sola volta di fronte il proprio pubblico, il 1° dicembre scorso dai ”cugini” campioni d’Italia dell’Alter Ego Luparense. Anche un pareggio, ovviamente, sarebbe sufficiente ai vicentini biancorossi per conquistare la terza finale della propria storia dopo quelle vinte nel 2004 e nel 2006. Il Napoli di Rivera proverà a ripetere l’impresa di gara-2 dei quarti di finale quando, il 15 maggio scorso, riuscì a passare sull’inviolato campo dell’Icobit Montesilvano, qualificandosi per la storica semifinale. Arbitri dell’incontro, che avrà inizio alle 20,30, Vitrioli di Reggio Calabria e Carpani di Ascoli Piceno. Numeri tutti dalla parte dei tricolori dell’Alter Ego Luparense nell’altra semifinale scudetto in programma alle 21 al Palazzetto di S. Martino di Lupari in diretta TV su Raisportpiù con la direzione arbitrale affidata a Trinchese di Nola e Toscano di Ercolano. Se gli ospiti della LazioColleferro, che recupereranno Pereira, assente in gara-1, sono reduci infatti da quattro KO consecutivi esterni, imbattibilità interna stagionale e serie positiva di 12 giornate (2 pareggi e 10 vittorie le cui ultime 9 consecutive) per i veneti di Velasco. Si qualificheranno per le finali del 3, 8 e 10 giugno le squadre che, nell’arco delle prime due gare, avranno totalizzato il maggior numero di punti. In caso di due pareggi o di un successo per parte, indipendentemente dalla differenza reti, si giocherà una gara-3 di spareggio in programma giovedì 29 maggio sullo stesso campo di gara-2. La gara-3 promuoverà in finale la vincente al termine dei 40′ regolamentari. In caso di parità, due tempi supplementari da 5′ ciascuno. Perdurando la parità, tiri di rigore.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.