La nazionale batte l’Ucraina nella prima amichevole (4-1)

NAZIONALE

Italia-Ucraina 4-1

Italia: Farina, Forte, Nora, Bertoni, Morgado; Grana, Pellegrini, Jubanski, Assis, Fabiano, Foglia, Feller. Commissario Tecnico: Nuccorini.
Ucraina: Sukhomlinov, Cheporniuk, Khursov, Romanov, Vakhula; Sytin, Zamiatin, Kardash, Taranchuk, Silchenko, Rogachov, Feyduk, Ivanyak. Ct: Lisenchuk.
Arbitri: Maestroni di Varese e Marchetti di San Donà di Piave.
Reti: pt 3’30” Forte (I); st 1’23” Morgado (I), 2’04” Vakhula (U), 15’31” Foglia (I), 16’54”Jubanski (I)
Note: presenti 1.200 spettatori circa; in tribuna il presidente della Divisione Calcio a Cinque Fabrizio Tonelli e il segretario Fabrizio Di Felice.

Si gioca in un palazzetto dello sport gremito la prima amichevole tra Italia e Ucraina. Le due squadre partono con atteggiamento guardingo, il ritmo di gioco è elevato e lo spettacolo godibile. In avvio, il ct Nuccorini manda in campo un quintetto formato da Farina, Forte, Nora, Bertoni e Morgado. Risponde l’Ucraina con Sukholimov, Cheporniuk, Khursov, Romanov, Vakhula. La prima palla-gol capita sui piedi di Bertoni, il cui destro è respinto da Sukhomlinov (1’29”). L’Ucraina replica un minuto dopo: sinistro di Silchenko fuori (2’20”). Dopo un tentativo di Nora che non inquadra il bersaglio grosso, l’Italia passa in vantaggio al 3’30”: Bertoni libera al tiro sulla destra Forte, diagonale rasoterra che manda il pallone ad infilarsi nell’angolino basso alla destra del portiere: gran bel gol, 1-0. Nuccorini cambia dopo i quattro minuti tutti i giocatori di movimento: entrano Grana, Pellegrini, Assis e Foglia. Azzurri sempre padroni del campo, ancora pericolosi all’11’10” con tiro di Fabiano sopra la traversa. Bertoni prova l’azione personale al 13’05”: dopo un dribbling in uscita, il suo destro diagonale manda il pallone sul fondo. Pericolosissimo Foglia al 14’05”: per due volte il numero dieci azzurro batte col sinistro da due passi, ma sull’ultima conclusione il pallone esce di un soffio. Bertoni tenta la strada dell’azione personale al 15’35”: dopo aver saltato in dribbling Silchenko, batte rasoterra ma Sukhomlinov respinge. E’ una buona Italia, ma gli ucraini non stanno a guardare e sul piano fisico si rivelano avversari temibili, com’era nelle previsioni. E’ bravo e si guadagna una meritata razione di applausi Farina, quando in plastico tuffo mette in angolo una conclusione volante di Khursov. A 39 secondi dalla fine grande azione sulla destra di Assis che serve un cross rasoterra invitante al centro per Jubanski: destro angolato che esce di un soffio a lato. L’Italia chiude il primo tempo all’attacco: ancora Assis al tiro al 19’40”, Sukhomlinov para in due tempi. Nella ripresa, l’Italia ottiene il raddoppio dopo 1’23” con un destro di Morgado a mezz’altezza che fredda il portiere : 2-0. L’Ucraina però rientra subito in partita al 2’04”: Khursov colpisce la traversa con un pallonetto che sembra superare Farina, sulla respinta Vakhula appoggia in rete: 2-1. Sfortunato Foglia al tiro da pochi metri: il palo gli nega la gioia del gol (4’14”). Parata d’istinto di Feller, subentrato a Farina, dopo 4’50” su deviazione ravvicinata di Taranchuk. Il portiere della Luparense respinge il pallone prima che varchi la linea bianca. Interessante un tiro dalla distanza dell’attivissimo Assis al 5’30”: traversa piena. Al 6’40” Foglia prova il colpo di tacco volante su cross di Grana, ma il portiere in uscita respinge. Serata stregata per il fuoriclasse del Montesilvano, che colpisce la traversa con un gran destro su respinta del portiere, già btravo ad opportsi a Grana (7’20”). Passano pochi secondi e il palo dice no anche all’Ucraina, su tiro di Zamiatin a conclusione di un contropiede. L’Ucraina prende coraggio: bravo Feller ancora su Zamiatin, deviazione in angolo del portiere della Luparense su tiro ravvicinato (7’40”). In questa fase del secondo tempo le occasioni fioccano da una parte e dall’altra. Altra occasionissima per l’Italia su una veloce ripartenza al 10’34”: Sukhomlinov para su una deviazione fortuita di Cherponiuk, sulla ribattuta Fabiano ha una palla buona sul sinistro ma conclude alto. Azione da applausi di Bertoni al 14’05”: affondo di venti metri palla al piede e tiro deviato in corner daSukhomlinov. Passano pochi secondi e Bertoni, dopo scambio in velocità con Foglia, prova a saltare il portiere che però gli respinge il tiro con un colpo di reni da terra. Grandissimo gol di Foglia al 15’31”: il fantasista azzurro avanza palla al piede e dai quindici metri fulmina letteralmente Sukhomlinov con un sinistro potente che manda il pallone ad infilarsi all’incrocio dei pali: 3-1. L’Italia fa poker al 16’54” con Jubanski, che servito da uno splendido pallonetto di Pellegrini, batte di destro a colpo sicuro e insacca: 4-1. Finisce tra gli applausi del pubblico di Montebelluna, che esulta per il meritato successo azzurro. Oggi Italia e Ucraina scendono di nuovo in campo al PalaMazzalovo di Montebelluna: fischio d’inizio alle 14,30, con ingresso gratuito. L’Italia avrà a disposizione in più Corsini (della LazioColleferro) e Bellomo (Marca Trevigiana), che da ieri sono stati convocati per aggregarsi al resto del gruppo ed essere disponibili per la seconda partita.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.