Fabio Cilli ed un biennale che profuma d’amore…

MERCATO

Fabio Cilli

GS GIOVINAZZO C5
(Serie A/2 Girone B)

L’italo brasiliano si è legato al sodalizio di Antonio Carlucci fino al 2009 Fabio Cilli, l’imprendibile furetto dal vizio del gol, giunto in sordina a Giovinazzo, ha davvero sorpreso tutti gli addetti ai lavori. Dopo aver condotto in A2 la Barrese, nella stagione sportiva 2005/06, ha preso per mano il Giovinazzo, e con i suoi ventisei centri stagionali, è stato uno dei protagonisti dell’annata appena trascorsa. Intanto, con un mero atto d’amore verso la compagine diretta da Antonio Carlucci, ha firmato il prolungamento del contratto. Un biennale, fino al 30 Giugno 2009 per continuare a stupire e per continuare a vincere. Magari, rimanendo sempre sul gradino più alto nella speciale classifica riservata ai capocannonieri del sodalizio adriatico. Fabio Cilli a Giovinazzo sino al 30 Giugno 2009. Un autentico atto di credibilità nei confronti del Giovinazzo Calcio a 5. ”Questa società mi trasmette molta fiducia ed ha una perfetta organizzazione societaria. Poi ci sono i programmi dirigenziali…”.
Progetti ambiziosi, spero.
”Da parte dei massimi dirigenti giovinazzesi c’è la ferma volontà di arrivare sempre più in alto”.
27 Luglio. Giovinazzo in serie A2. Te lo saresti mai aspettato?
”Avevo molti dubbi ed ero altresì pessimista a causa delle continue sconfitte che si presentavano durante gli appelli presentati dai difensori del Giovinazzo Calcio a 5, sul caso Edu. Ma quando in Brasile è giunta la notizia del ripescaggio nella seconda categoria nazionale, non riuscivo a star fermo. Ed ero davvero felicissimo…”.
Come valuti l’annata appena trascorsa?
”Magnifica, con una promozione conquistata meritatamente sul campo”.
I progetti di Fabio Cilli per la stagione 2007/08.
”L’obiettivo di Fabio Cilli è quello di disputare, assieme a tutto il gruppo, un campionato tranquillo, ma posso assicurare che non sarà per nulla semplice. Noi lotteremo, sin dall’inizio, per raggiungere la permanenza. Ma se saremo bravi, potremo anche levarci qualche soddisfazione. Andando così a centrare il bersaglio grosso dei play-off”.
Ti ha sorpreso il divorzio con Francesco Chiaffarato?
”Dispiaciuto, ma in fondo ho avvalorato la scelta societaria perchè, secondo me, era giunto il momento di cambiare. E di ripartire con un nuovo tecnico”.
Così dal Martina giunge Angelo Bommino.
”Non conosco personalmente l’ex tecnico biancoblu. Negli ambienti del futsal che conta lo affibbiano tutti come un coach preparato e colto”.
Hai visionato il calendario della serie A2?
”Certo. Abbiamo subito una trasferta delicata a Roma, contro la Brillante”.
La tua principale favorita al salto in A1.
”Napoli Barrese”.
E le squadre alla ricerca della salvezza…
”Marigliano, Modugno e Putignano”.
Conosci i nuovi arrivati?
”Conosco solo l’ex pescarese Gilmar Pelentir, una punta che ha sempre disputato la serie A1, un palcoscenico degno di un forte attaccante come lui”.
Quali sono le sue caratteristiche?
”Pelentir è un pivot atipico. Riceve palla dai compagni di squadra, si gira e con un tiro potente e preciso infilza il portiere. Ed il gioco è fatto…”.
Soddisfatto della nuova rosa?
”Certo, la società ha confermato un ottimo gruppo”.
Cilli rammaricato per la partenza di Foletto?
”Tanto. La società ha inserito sul mercato un talento allo stato puro. Mi dispiace tantissimo, soprattutto per il rapporto amichevole che avevamo creato”.
Il tuo messaggio finale ai tifosi del Giovinazzo!
Sorride. ”Sarà un bel campionato”.

Nicola Miccione Addetto Stampa G.S. Giovinazzo Calcio a 5

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.