Violenza negli stadi. Pancalli avverte: ‘La Figc pronta a misure drastiche’

 

Dura presa di posizione del Commissario straordinario Luca Pancalli dopo i nuovi episodi di violenza che anche ieri si sono verificati su diversi campi di calcio: ‘E’ inaccettabile – ha dichiarato Pancalli – che sui campi di calcio si continui ad assistere ad aggressioni e a episodi di violenza che non hanno nulla a che vedere con lo sport. Nemmeno la tragica morte, sabato scorso, del dirigente della Sanmartinese Ermanno Licursi, è bastata a fermare i delinquenti e i teppisti che anche ieri, su diversi campi, dalla serie A ai tornei dilettantistici, si sono resi protagonisti di una serie di episodi inqualificabili: particolarmente grave il ferimento dell’assistente Alessandro Cesario, colpito dagli spalti durante una gara del Campionato nazionale dilettanti a Genzano’. ‘Alla solidarietà sincera per Alessandro Cesario – ha aggiunto il Commissario straordinario – si unisce la condanna più ferma di tutta la FIGC contro questa nuova ondata di violenze che offende milioni di tifosi e di appassionati: vengono presi di mira soprattutto gli arbitri e gli ufficiali di gara, chiamati a garantire ogni fine settimana, in tutta Italia, il normale svolgimento di circa 15mila partite. Ci si dimentica troppo spesso che senza arbitri e assistenti i campionati non potrebbero andare avanti; soprattutto a livello regionale e provinciale, soltanto la loro passione e il loro senso di responsabilità consentono che le partite si svolgano con puntualità e con regolarità. Ma siamo ormai al livello di guardia – avverte Pancalli – : per difendere l’incolumità degli arbitri e l’immagine stessa del calcio, sono pronto a misure drastiche. Voglio augurarmi che con il contributo di tutti, dirigenti, tecnici e giocatori sul campo, ma anche i veri tifosi e gli appassionati di calcio sugli spalti, si possa ristabilire un clima di sportività e di rispetto che eviti il blocco dei campionati’.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.